Botteghe d'Italia Logo

Iscriviti e Ottieni la Tessera Gratis

Gli sconti esclusivi delle nostre Botteghe sono validi solo per i tesserati.

Iscriviti!

Le Botteghe D’Italia

Dove i consumatori si incontrano con le Botteghe

I nostri obiettivi sono:

1 Creare una rete di Botteghe con noi associate.

2 Creare una rete di tesserati (consumatori) , che trovino nelle Botteghe associate una serie di prodotti o servizi a prezzi ribassati,  in modo di creare una sinergia tra Botteghe e tesserati che porti vantaggi a tutti e due

Botteghe Certificate

Solo le migliori Botteghe vengono affiliate al nostro network.

Tessera Gratuita

Per approfittare delle offerte devi essere tesserato. La tessera è gratis.

Risparmio & Crescita

Il concetto è di aiuto reciproco: tu risparmi e la Bottega ha nuovi clienti.

News e Offerte

Non perderti le ultime novità ed offerte esclusive!
Scegli la provincia di tuo interesse.

13 hours ago

Ottica sorelle BeltrameSCONTO PER I NOSTRI UTENTI 20 %* Su montatura + lentePiazza Carrubbio 38/a37123 VeronaTel. 045 2373649 ... See MoreSee Less
Vedi su Facebook

15 hours ago

Extension capelli: 10 cose che dovete sapereDa come scegliere il "tipo" giusto a come mantenerle: ecco 10 cose che dovete sapere sulle extension capelli prima di decidere se fanno - o meno - per voiAvete deciso: vi regalate le extension capelli. D'accordo, rispetto al passato dirlo è facile quanto farlo, ma bisogna fare comunque attenzione. Tante d'altronde le domande che ancora affollano la mente di chi - pentite di un taglio sbagliato o semplicemente "avventuriere" delle hair revolutions - si approccia alle "aggiunte" tricologiche. Ecco allora una lista di 10 cose che dovete sapere quando si parla di extension capelli.QUALI EXTENSION CAPELLI SCEGLIERE?C'è un tipo (a clip, con il nastro, le trecce etc) di extension perfetto per qualsiasi esigenza e tipologia di capelli. Il consiglio è di andare dal vostro parrucchiere e chiedere una consulenza. Attenzione però: se per stress o altri motivi state perdendo i capelli aspettate di risolvere il problema prima di puntare sulle extension.QUANTI TIPI DI EXTENSION CAPELLI CI SONO?I primi modelli si applicavano con la colla oppure si "legavano" alle radici dei capelli naturali con le treccine. Oggi ce ne sono di nuovi tipi, più hi-tech, che si "legano" con uno speciale macchinario a ultrasuoni (è il caso di Great Lenghts che vi spieghiamo fra poco), in alternativa con nastro adesivo medicale o ancora con piccoli cerchietti che aderiscono alle radici. Senza dimenticare le clip e mollette, ideali per chi non volesse un risultato permanente ma, magari, solo per una serata.LE EXTENSION DI CAPELLI NATURALI SONO DAVVERO MIGLIORI?La risposta è sì perché, come dice lo stesso aggettivo, sono appunto naturali. In più, a differenza del sintetico, sono più facili da lavare, asciugare e mettere in piega.LE EXTENSION FANNO MALE AI CAPELLI?La risposta qui invece è no: le extension capelli di ultima generazione - se applicate e "mantenute" nel modo giusto - non rovinano le lunghezze. L'unico consiglio è di non tenerle troppo a lungo (di solito si portano al massimo per 6 mesi).SE I CAPELLI SONO FINI DI NATURA MEGLIO EVITARE LE EXTENSION?Assolutamente no: come detto in precedenza ci sono molti tipi di extension. Consultate un esperto per trovare il modello più adatto a voi e ai vostri capelli.COSA FARE PER MANTENERE BELLE LE EXTENSION?Fate shampoo e balsamo volumizzanti con la solita regolarità di prima di applicare le extension. Preferite acconciature morbide come code e chignon bassi piuttosto che top knot & Co. Asciugate bene i capelli prima di passare a spazzola e/o piastra.LE EXTENSION VANNO BENE CON TUTTI I TIPI DI CAPELLI?Anche qui il consiglio è di parlare con il vostro haistylist che saprà sicuramente consigliarvi il metodo di applicazione migliore. Per i ricci, ad esempio, meglio puntare su extension capelli "a micro anello" perché aderiscono quasi completamente alle radici.COME SI TOLGONO LE EXTENSION?Dipende ovviamente dal tipo che avete applicato, ma, fatta eccezione per quelle a clip, deve essere sempre un esperto a toglierle.COME MI "COMPORTO" DOPO CHE LE HO TOLTE?Come prima! Se proprio lo desiderate date una spuntata e via.BISOGNA FARE UNA PAUSA FRA UN'APPLICAZIONE E L'ALTRA?Se seguite le "regole" non ci sarà bisogno di fare una pausa.By #bizarre ... See MoreSee Less
Vedi su Facebook
Pasto Pre e Post Allenamento: Errori Comuni e ConsigliAlimentazione e SportPrima e dopo l'allenamento IntroduzioneInnanzitutto precisiamo che la composizione del pasto pre e/o post allenamento non è legata alla disciplina praticata (con alcune piccole eccezioni) ma obbedisce a certe regole generali.Pasto Pre e Post AllenamentoOvviamente, il tipo di sforzo e l'obbiettivo del workout possono imporre necessità differenti, o priorità diverse; sia il pasto pre sia quello post allenamento dipendono dunque dall'intensità e dalla durata dell'esercizio.Ad esempio, gli sport di potenza hanno un consumo energetico inferiore e quindi richiedono meno carboidrati; viceversa, l'apporto proteico sarà certamente superiore. L'opposto, ovviamente, per le attività aerobiche.Pre AllenamentoIl pasto pre gara o pre allenamento dev'essere:anzitutto leggero, quindi non eccessivamente consistente e di facile digestionema anche equilibrato, perciò deve avere un contenuto relativamente basso o medio di grassi, proteine e fibre, e percentualmente elevato di carboidrati.Se ci si allena al mattino, questo sarà la colazione: pur leggero, giusto per interrompere il digiuno notturno (due o tre fette biscottate con un po' di marmellata possono andare bene) anche il più leggero dei pasti richiede comunque almeno un'ora di digestione ed assorbimento. C'è da dire che in molti sono in grado di digerire mentre si allenano (chi non soffre l'aumento della glicemia e dell'insulina, che possono dare senso di debolezza), ragion per cui l'entità del pasto pre allenamento è estremamente soggettiva.Queste indicazioni generali derivano da una semplice considerazione: "se il corpo è impegnato nella digestione degli alimenti il rendimento atletico diminuisce". Infatti una parte importante del flusso sanguigno verrebbe convogliata nell'apparato digerente sottraendo ossigeno ai muscoli.A questo punto occorre però aprire una piccola parentesi: innanzitutto l'allenamento non è una competizione, per cui se la seduta non è particolarmente pesante, possiamo permetterci qualche piccolo sgarro. Inoltre è meglio consumare un pasto a distanza di tempo un po' più ravvicinata dall'allenamento che allenarsi dopo un digiuno prolungato (6-8 ore), sia per un aspetto psicologico, sia per evitare potenziali effetti negativi dell'ipoglicemia e il catabolismo muscolare. Anche in tal caso però, è la predisposizione a farla da padrone; alcuni soggetti si allenano tranquillamente a digiuno e crescono pure di massa muscolare. Ovviamente, dietro a queste strategie c'è un'organizzazione ben precisa e un adattamento raggiunto con fatica – non si può improvvisare.Post AllenamentoAl termine dell'allenamento il corpo è impegnato in vari processi ed è particolarmente sensibile sia al glucosio che all'insulina, per cui è bene consumare il pasto nell'immediato post-workout (ottimizzando il recupero e gestendo al meglio i carboidrati alimentari).Alcuni preferiscono lasciar trascorrere un po' di tempo per sfruttare l'azione di maggior utilizzo lipidico tipica del dopo allenamento (con finalità dimagranti); di solito si tratta di culturisti. Questo periodo di tempo sarà tanto maggiore quanto più intenso è stato l'allenamento.In generale il primo pasto è a base di carboidrati e proteine (in percentuali e quantità variabili, a seconda del caso) ed eventualmente integratori come la creatina. Si cerca di sfruttare in questo modo la maggior avidità muscolare di cui abbiamo fatto cenno, favorendo l'ingresso di proteine, glucidi e altri nutrienti nei tessuti facilitando il ripristino delle scorte energetiche ed il recupero.FruttaNella maggior parte delle diete per sportivi viene lasciata una certa libertà per il consumo di frutta; questo è in parte fuorviante.Si consiglia di evitare la frutta più zuccherina come banane, fichi e uva in caso di sovrappeso o diabete, o comunque di considerare che due porzioni di questi raggiungono le calorie di un piatto di pasta.Frutti estivi, ma anche mele, pere, kiwi e arance, sono mediamente zuccherini per cui li puoi consumare con maggiore tranquillità. Non sono l'ideale prima o dopo un allenamento, mentre andrebbero meglio contestualizzati negli altri pasti – soprattutto spuntini.By #fiitzone ... See MoreSee Less
Vedi su Facebook

Un Progetto Innovativo

per aiutare le Botteghe

Aiutare le Botteghe aiutando i clienti: un progetto nato per riattivare l’economia locale e rilanciare il concetto di Bottega di prossimità.

Le Botteghe D’Italia

Trova la bottega più vicina a te

Cresciamo ogni giorno con più Botteghe, più offerte e zone coperte.

Bronze Club Logo
Le Botteghe D'Italia
Via Fenil Nuovo Molini, 75Lonato Del Garda (BS) 25017 ITALY
CF: 94022490174

+39 351 649-6117
le-botteghe-ditalia.it

Cookie Policy | Privacy Policy | Termini e Condizioni

Statuto Associazione

Iscriviti Alla Newsletter e resta aggiornato sulle Offerte

Ricevi la Tessera Gratis

Le Botteghe D'Italia è un sito Pur Sang Advertising