Botteghe d'Italia Logo

Iscriviti e Ottieni la Tessera Gratis

Gli sconti esclusivi delle nostre Botteghe sono validi solo per i tesserati.

Iscriviti!

Le Botteghe D’Italia

Dove i consumatori si incontrano con le Botteghe

I nostri obiettivi sono:

1 Creare una rete di Botteghe con noi associate.

2 Creare una rete di tesserati (consumatori) , che trovino nelle Botteghe associate una serie di prodotti o servizi a prezzi ribassati,  in modo di creare una sinergia tra Botteghe e tesserati che porti vantaggi a tutti e due

Botteghe Certificate

Solo le migliori Botteghe vengono affiliate al nostro network.

Tessera Gratuita

Per approfittare delle offerte devi essere tesserato. La tessera è gratis.

Risparmio & Crescita

Il concetto è di aiuto reciproco: tu risparmi e la Bottega ha nuovi clienti.

News e Offerte

Non perderti le ultime novità ed offerte esclusive!
Scegli la provincia di tuo interesse.

7 hours ago

Scopri l'Italia con le Botteghe Oggi siamo a........ Dalla Valle d'Itria alle Cinque Terre, le mete romantiche per viaggi di nozzeAlcuni consigli su mete italiane da scegliere per il proprio viaggio di nozze: Puglia, Toscana, Veneto, Campania, Liguria e Sicilia tra le regioni più romantichedi Angela LeucciDove andare in viaggio di nozze in Italia nel 2022? Il Belpaese possiede diverse mete turistiche romantiche e appetibili. E talvolta ci sono luoghi che si tralasciano perché ammaliati da Paesi esotici, che tuttavia non hanno nulla da invidiare in termini di cultura e fascino alle località nostrane.In Italia ce n’è per tutti i gusti: per le coppie che cercano la natura, per quelle che cercano musei e arte, per quelle che cercano panorami mozzafiato da guardare alla luce della luna prima di sprofondare l’uno negli occhi dell’altra, per quelle che cercano divertimento o una full immersion nell’enogastronomia locale. Qui di seguito alcune idee.Valle d’ItriaÈ forse la zona della Puglia più devota al turismo d’élite. In Valle d'Itria si possono trovare al tempo stesso territori incontaminati, deliziose calette marine poco distanti e poco frequentate e una grande ricchezza tradizionale ed enogastronomica. Ci sono diverse “città bianche” da visitare per la loro peculiare architettura che respinge la luce del sole, a partire dalla suggestiva Ostuni.Ma non si possono tralasciare i trulli di Alberobello, i fornelli di Cisternino e Martina Franca, un tour dei vini a Locorotondo, e diversi beni culturali, nelle città e nelle campagne. Il consiglio è soggiornare in una masseria restaurata trasformata in resort, dove lusso e romanticismo, oltre a una certa privacy e tranquillità, imperano.Isole EolieAlicudi, Filicudi, Panarea, Lipari, Salina e le altre sono luoghi estremamente affascinanti da visitare almeno una volta nella vita, e perché non in viaggio di nozze? Tra spiagge incantate e tramonti da favola, alle isole Eolie si può consumare la propria fiaba d’amore personale con tanto di aperitivo vista mare. Naturalmente accompagnato da un buon vino siciliano doc.VeneziaÈ un grande classico dei viaggi di nozze, una delle mete più gettonate dagli italiani della classe media tra gli anni ’60 e ’70. Perché visitare Venezia subito dopo il matrimonio? Perché è una città ricca di storia, una città che sorge dall’acqua e che simboleggia la purezza di un amore che si cerca di eternare.E poi una gita in gondola, un desiderio di passione espresso prima di un bacio sul Ponte di Rialto, una passeggiata in piazza San Marco - magari all’alba, mentre Venezia si risveglia dal suo torpore - sono l’ideale per una coppia che è in cerca di momenti unici, da non dimenticare.ToscanaCi sono coppie che cercano la cultura anche in viaggio di nozze. E allora l’ideale per loro è la Toscana, tra la Firenze dei musei, la signorile Siena, un doveroso passaggio all’ombra della Torre di Pisa. E molto altro, naturalmente. Senza scordare che tra ottobre e novembre si svolge il Lucca Comics, ed è un must per le giovani coppie geek. Da questi luoghi inoltre ha transitato una parte importante della letteratura italiana, tra vicoli e strade che raccontano ognuno la propria storia.La Toscana può essere anche la meta preferita dei ghiottoni e degli appassionati di vini, grazie a una presenza di una tradizione enogastronomica importante che consta di cacciagione, sapori delicati e raffinali, pici al tartufo, cantucci inzuppati nel vinsanto. E naturalmente un buon Chianti per brindare all’amore per sempre.Costiera AmalfitanaAnche qui si può spaziare in diverse località, magari soggiornando in una a scelta tra Amalfi, Positano, Maiori, Minori e Cetara. La Costiera Amalfitana, come la tradizione campana vuole, è un luogo allegro in cui trascorrere giornate all’insegna degli elementi più diversi: adagiata sul mare, la Costiera offre architetture religiose e civili insolite e coloratissime, ottimo cibo e la possibilità di farsi qualche regalino indimenticabile. Come un monile o un piccolo oggetto in corallo che viene lavorato dagli artigiani locali con tecniche che si perdono nella memoria.Cinque TerreSi torna al nord Italia, in Liguria, sulla riviera di Levante. Qui si possono trovare località turistiche di grande tradizione come Vernazza, Manarola, Corniglia, Riomaggiore e Monterosso al Mare, meglio conosciute come Cinque Terre. Queste città compenetrano azione della natura e azione dell’uomo: sorgono tra mare e altura, con piccole e caratteristiche costruzioni che hanno un alto impatto visivo (come le case torri di Riomaggiore), grazie a romanticissimi panorami. Senza dimenticare i terrazzamenti viticoli che forniscono vini pregiati perfetti per gli amanti dell’enogastronomia.By #lebottegheditalia ... See MoreSee Less
Vedi su Facebook
Vedi su Facebook
Scopri l'Italia con le Botteghe Oggi siamo a........Da Corvara a Orbetello e Rocca Grimalda, la bella Italia di provincia al cinemaSono diversi i borghi e le cittadine della provincia italiana diventati location del cinema: tra essi Orbetello, Rocca Grimalda e Corvara in Abruzzodi Angela LeucciLa bella provincia italiana è, negli ultimi decenni, sempre più al centro del cinema. Sono diverse e tante le location interessanti che fanno da sfondo a storie emozionanti e grottesche, commedie e film drammatici: dall’Abruzzo alla Puglia, passando per il Piemonte e la Toscana.Il processo, che crea una forte identificazione nello spettatore, è in realtà iniziato negli anni ’80, specialmente con le pellicole interpretate da Renato Pozzetto e Adriano Celentano. In quei casi Monza e la Brianza (che all’epoca non erano capoluogo), il Lodigiano e i comuni dell’area metropolitana di Milano diventarono teatro di vicende divertentissime, come Il bisbetico domato, Lui è peggio di me, Il ragazzo di campagna e molti altri.CorvaraNel film di Maccio Capatonda viene chiamata Acitrullo, ma è in realtà Corvara in provincia di Pescara a fare da sfondo verace a Omicidio all’italiana, feroce satira sulla trattazione della cronaca nera in tv e il cosiddetto “turismo del dolore”.Si tratta di un minuscolo borgo collinare con suggestivi edifici: si va dalle antiche “pagliare”, ossia case in pietra che avevano funzioni agricole nell’antichità, agli edifici religiosi, come la parrocchia di Santa Maria delle Grazie e Sant’Andrea, che risale al XV secolo con il vicino campanile di Sant’Andrea.Nel 1933 il borgo andò incontro a un progressivo abbandono a seguito del terremoto della Maiella: successivamente però fu costruito un borgo nuovo più in basso, mentre il borgo antico è stato restaurato e recuperato per fare infine parte del locale parco nazionale.OrbetelloIn L’estate del mio primo bacio di Carlo Virzì, la protagonista Camilla presenta Orbetello all’inizio della pellicola e la saluta in uno straziante addio alla fine: “Ciao stazione di Orbetello. Ciao Argentario. Ciao laguna. Ciao mulino spagnolo”. Per poi passare in rassegna le case dei suoi amici benestanti ma anche il microcosmo che la cittadina rappresenta.Posta tra mare e montagna, Orbetello è infatti un piccolo incanto in cui la natura si mescola alla storia. La radice del borgo sorse infatti all’interno delle civiltà etrusca come scalo marittimo, tanto che nei dintorni sono presenti scavi archeologici con beni culturali di epoca etrusca e romana. La città vera e propria però fu fondata da Pietro II Farnese con il nome appunto di Orbetello, ovvero “luogo erboso circondato dall’acqua”.Sono da visitare in loco diversi edifici religiosi e civili, tra cui naturalmente il citato mulino spagnolo, costruito insieme ad altri 8 oggi non più esistenti, nel XVI secolo: il mulino serviva alla macinazione del grano attraverso l’utilizzo del vento.MontesilvanoI neopunk sgangherati protagonisti de La guerra degli Antò di Riccardo Milani si muovono invece nella città di Montesilvano, sempre in provincia di Pescara. Anche questo luogo venne abitato per la prima volta in epoca romana, per poi diventare un centro fiorente in epoca medievale. Sotto i Borbone poi, si avviò anche una vivace vita politica, con l’adesione di alcuni gruppi di cittadini alla Carboneria.Tra gli edifici notevoli c’è la chiesa di San Michele Arcangelo, quella della Madonna della Neve, quella della beata vergine Maria del monte Carmelo, per citare solo le più antiche. Interessante anche l’ex colonia Stella Maris, un esempio interessante di architettura futurista con progetto di Francesco Leoni: pensata nel 1936, fu terminata di costruire 3 anni dopo e si ispira all’aspetto di un aeroplano.San Sebastiano dei MarsiMolto più piccolo è invece il borgo di San Sebastiano dei Marsi in provincia de L’Aquila, location di alcune scene di Auguri professore, anche questo di Milani.Il piccolo centro fa parte della valle del Giovenco, proprio nei pressi della Montagna Grande e conta pochissimi abitanti. Quello che colpisce di più qui è la natura: la sorgente della ferriera, il cosiddetto “cammino della bauxite” (ovvero una lunga passeggiata, perfetta per il trekking, all’insegna di questo materiale), il sentiero che collega all’area protetta del parco nazionale d’Abruzzo.Santa Cesarea TermeNe L’anima gemella di Sergio Rubini, uno dei teatri - oltre alla famosissima scena del tuffo dal ponte del Ciolo a Gagliano del Capo - è la città di Santa Cesarea Terme. Si tratta di una cittadina signorile con una lunga storia turistica: nel XIX secolo la stazione idrotermale iniziò a essere sempre più frequentata. Tra gli anni ’30 e 40, complice la presenza di un casinò e diversi alberghi di lusso, divenne una meta vip, grazie ad artisti di rivista che elessero Santa Cesarea a loro soggiorno di viaggio, da Germana Paolieri a Lisetta Nava.Nel film, tra le location, si vede Palazzo Sticchi, sorto tra ‘800 e ‘900: la sua particolarità è la loggia con una trifora, oltre che gli archi del porticato e una merlatura arabesca. Il tutto, però, rigorosamente in pietra leccese.EupilioLa Brianza, il Lodigiano e la Comasca sono location dell’emozionante Il capitale umano di Paolo Virzì: tra i borghi coinvolti c’è Eupilio. Si tratta di un centro molto antico, che risale addirittura al III secolo a.C. Il consiglio è quello di visitare questo luogo in inverno, quando la neve cade a falde e lo spettacolo del gelo sul lago di Segrino e sul lago di Pusiano è romantico. Ma non è da sottovalutare neppure il risveglio della natura in primavera nella zona.Rocca GrimaldaAncora neve. Nell’Alto Monferrato, in provincia di Alessandria, si trova Rocca Grimalda, uno dei paesi location di Texas di Fausto Paravidino. Nella sonnolenta, in apparenza, provincia piemontese, i panorami naturali sono suggestivi anche se spesso fortemente antropizzati da attività produttive come agricoltura e allevamento.Ci sono tuttavia degli interessanti beni architettonici da visitare. In primis castello Malaspina-Grimaldi, sorto come edificio militare e poi tramutatosi in residenza gentilizia. Risale al XIII secolo ma fu rimaneggiato fino al XVIII con delle piccole aggiunte che rappresentano una sorta di stratificazione della storia dell’arte secondo le tendenze locali e italiane.Particolari anche gli affreschi settecenteschi della chiesa di Santa Limbania in Castelvero, che si trova all’interno di un percorso turistico che prevede un tour enogastronomici con le bontà della zona, come la carne di cinghiale, lo stracotto e la preibuiera, che è una zuppa di lasagne con fagioli e aglio.By #lebottegheditalia ... See MoreSee Less
Vedi su Facebook
Caponata sicilianaDi melanzane, di peperoni ma anche di verdure in foglia, la caponata siciliana prevede diverse versioni, comprese aggiunte di mollica tostata, di mandorle e perfino di cioccolato grattugiato. Nella cucina «baronale», ricca, includeva anche pesce, polpo e fettine di pera, che mancano invece nella derivazione «povera», solo vegetale, ugualmente gustosaTempo 1h 10minIngredienti6 persone porzioniKg melanzane viola tonde600g pomodori San Marzano60g aceto di vino bianco50g cuore di sedano40g pinoli15g olive verdi in salamoia10g foglie di basilico2cipolle bianchecapperi sotto salezuccherosaleolio extravergine di olivaProcedimentoStep 1Per la ricetta della caponata siciliana, tagliate le melanzane a cubetti non troppo piccoli, ponetele in uno scolapasta e ricopritele con 4 grosse manciate di sale; lasciate riposare per 40 minuti.Step 2Affettate finemente le cipolle e fatele appassire in una casseruola con 2-3 cucchiai di olio.Step 3Sbollentate i pomodori, sbucciateli, tagliateli a metà ed eliminate i semi; tagliate, poi, la polpa a piccoli pezzi regolari.Step 4Riducete il sedano a cubetti, snocciolate le olive e tagliatele a tocchetti. Dissalate 2 cucchiai di capperi. Unite alle cipolle, il sedano, i pomodori, i capperi, le olive, i pinoli e cuocete per 3-4 minuti.Step 5Scolate le melanzane, strizzatele leggermente, asciugatele bene con carta da cucina e friggetele, in più riprese, per 5-6 minuti in abbondante olio extravergine di oliva, finché non saranno dorate. Scolatele su carta da cucina e unitele alle verdure; aggiungete anche 1 cucchiaio di zucchero e l’aceto e proseguite la cottura per altri 2-3 minuti. Regolate di sale, profumate con le foglie di basilico, spegnete e lasciate raffreddare la caponata.Step 6Potete servirla subito, ma sarà più buona il giorno seguente.#trattorialonato #ristorantelonato ... See MoreSee Less
Vedi su Facebook

Un Progetto Innovativo

per aiutare le Botteghe

Aiutare le Botteghe aiutando i clienti: un progetto nato per riattivare l’economia locale e rilanciare il concetto di Bottega di prossimità.

  • ✅✅ Pausa Caffe 💯💯 Vieni a scoprire le nostre fantastiche colazioni Via Montegrappa 25/b 25128 Brescia Tel. 349/2264522 By #lebotteghedibrescia https://ift.tt/JIp1YEG
  • ✅✅ Rino Frutta 💯💯 Arrivi Giornalieri Stagionali Specializzato in Funghi Freschi,Ovuli, Tartufi. Via F.lli Cervi snc Residenza mestieri 20154 Segrate Milano Tel. 02 26411809 By #lebotteghedimilano https://ift.tt/87
  • ✅✅ RistoCaffe Moka 💯💯 Sconto che dedichiamo ai tesserati Menù con primo, secondo e contorno più bibita , dolce o caffe solo 9€ Calle León y Castillo, 332, 35007 Las Palmas de Gran Canaria, Las Palmas, Spagna Tel.
  • ✅✅ Ristorante Don Dario 💯💯 Sconto che dedichiamo ai tesserati 10 % esclusi bimbi fino a 10 anni Calle Mar Blanco 6 CC. Meloneras, 35100 Maspalomas, Las Palmas, Spagna Gran Canaria Tel. +34 605469268 By #lebotteghe
  • ✅✅ Ristorante Il Vessillo 💯💯 Sconto che dedichiamo ai tesserati 10 % Avenida Corralejo Grandes Playas, 4 35660 Corralejo, Las Palmas Fuerteventura Spain Tel. +34 643503144 By #lastiendascanarias https://ift.tt/XiE
  • Photo
  • Photo
  • Photo
  • Photo
  • Photo

Le Botteghe D’Italia

Trova la bottega più vicina a te

Cresciamo ogni giorno con più Botteghe, più offerte e zone coperte.

Botteghe d'Italia Logo
Le Botteghe D'Italia
Via Fenil Nuovo Molini, 75Lonato Del Garda (BS) 25017 ITALY
CF: 94022490174

+39 351 649-6117
le-botteghe-ditalia.it

Cookie Policy | Privacy Policy | Termini e Condizioni

Statuto Associazione

Iscriviti Alla Newsletter e resta aggiornato sulle Offerte

Ricevi la Tessera Gratis

Le Botteghe D'Italia è un sito Pur Sang Advertising